[AHC logo]

La rivista
Annuarium Historiae Conciliorum
CNI.jpg
Presentazione generale

Nel anno 1968 un gruppo di storici diretto da Walter BRANDMÜLLER (*1929) e da Remigius BÄUMER (1918-1998), professori ordinari di Storia della Chiesa nelle Università di Dillingen/Donau e Friburgo/Br. fondò la Rivista scientifica Annuarium Historiae Conciliorum (AHC), che uscì con il primo numero nell'anno 1969.

Questa rivista ha avuto fin dall'inizio il sottotitolo Internationale Zeitschrift für Konziliengeschichtsforschung - Rivista Internazionale per la Ricerca della Storia dei Concili -, sottolineando così che dovrebbe essere una rivista aperta a contributi di studiosi di tutto il mondo, come realmente accadde in continuazione. Il bilancio di più di 30 anni lo dimostra. Sono stati pubblicati in questo periodo più di 400 articoli, (a parte gli scritti in lingua tedesca, in maggioranza, ve ne sono più di 60 in inglese, 28 in italiano, 23 in francese, e 18 in spagnolo - inoltre alcuni articoli tradotti dalle lingue slave e dal greco).

Certamente l'universalità degli autori corrisponde all'universalità del tema conciliare, soprattutto quando si tengono presente anche i concili provinciali che si celebrarono in tutti i cinque continenti. Dall'inizio il gruppo ebbe un interesse ecumenico, che si articolò specialmente nei rapporti con studiosi di confessione ortodossa e con una presenza continua di contributi greci.

La nuova rivista gode sin dall'inizio del caloroso incoraggiamento e della collaborazione del celebre storico Hubert JEDIN, allora già professore emerito di Storia della chiesa all'Università di Bonn, ma ancora impegnato a terminare la sua storia del Concilio di Trento e la grande storia della Chiesa, da lui diretta.

Jedin formò parte del consiglio scientifico della rivista fino alla sua morte nel 1980. La rilevanza che ha la ricerca sulla storia dei concili anche per la storia del diritto canonico è dimostrata da non pochi articoli relativi a questa disciplina, nonché la presenza di Stephan KUTTNER nel consiglio scientifico della rivista fino alla sua morte nel 1997.

Gli altri membri del consiglio scientifico: Evangelos CHRYSOS /Atene, Claudio LEONARDI /Firenze, Edward SCHOFIELD /Londra, Brian TIERNEY /Ithaca-N.Y., Boris ULIANICH /Napoli e Peter WIRTH /Monaco di Baviera. Certamente l'AHC è una rivista di storia della Chiesa, ma contiene naturalmente molti contributi di un grande interesse per la storia generale. Mons. BRANDMÜLLER, dall'anno 1997 prof. emerito dell'Università di Augsburg e dall'anno 1998 presidente del Pontificio Comitato di Scienze Storiche, si è ritirato nell'anno 2008 dalla direzione del progetto Storia dei Concili. Attualmente la direzione della rivista AHC è nelle mani di Johannes GROHE - professore di Storia della Chiesa medievale presso l'Università Pontificia della Santa Croce, Roma - che ne esercita le funzioni di direttore.

Gli articoli della rivista formano un foro di discussione scientifica che serve inoltre a preparare e ad accompagnare l'edizione della collana Konziliengeschichte - Storia dei Concili - (fondata da Walter BRANDMÜLLER, dall'anno 2008 a cura di Peter BRUNS, professore Storia della Chiesa e Patrologia presso l'Università di Bamberg e Thomas PRÜGL, direttore dell'Istituto di Storia della Chiesa presso l'Università di Vienna) che si articola in due sezioni, cioè Darstellungen (presentazione dei singoli concili) e Untersuchungen (ricerche su temi speciali collegati con la storia dei concili).

La rivista, ben inserita nel mondo scientifico, esce ogni anno in due fascicoli di ca. 500 pp. complessivamente. Oltre gli articoli scientifici la rivista pubblica una sezione di recensioni ed una bibliografia (curata quest'ultima attualmente da Ansgar FRENKEN / Ulm-Germania). La Casa Editrice dell' Annuarium Historiae Conciliorum è la Ferdinand Schöningh Verlag/Paderborn-Germania.

La bibliografia

Fin dall'inizio la rivista dispone di una bibliografia specializzata che informa per quanto possibile in modo completo il mondo scientifico sulle recenti monografie ed articoli. Questa bibliografia occupa finora una media di 200 titoli ogni anno, con tendenza chiaramente crescente negli anni recenti. Attualmente - dal1'1997 - viene curata da Ansgar FRENKEN (Ulm). Prima ci sono stati diversi collaboratori, tra cui conviene menzionare particolarmente Adolf LUMPE (Amburgo), curatore della medesima da 1977 a 1996. La bibliografia finora è stata sempre  stampata solamente nell' AHC. Recentemente si ha inserito il materiale pubblicato nei finora 37 anni del AHC (cioè più di 7.000 titoli), in una banca dati che sarà alimentata in futuro ogni anno con la bibliografia publicata. La bibliografia continuerà ad essere stampata nella rivista come al solito.


[bottoniera]